I danni risarcibili per il paziente danneggiato nella responsabilità medica

Tratta delle seguenti tematiche Danno biologico – Danno morale – Danno riflesso – Danno intermittente – Danno biologico terminale – Danno da lucida agonia – Danno parentale – Danno iatrogeno differenziale – Danni patrimoniali – Perdita di chance

Antonio Serpetti di Querciara

Elena Colafrancesco


ISBN 978-88-32149-33-3

Pag. 60

Prezzo € 15,00 (iva compresa)


Il presente manuale si propone di essere un’utile integrazione, per l’interprete del diritto, quale strumento adiuvante nell’approcciare la difesa del paziente danneggiato, nel giudizio di responsabilità civile.
Preventivamente individuato l’idoneo strumento processuale di difesa, il paziente che lamenti un danno conseguente ad un’errata prestazione medica ed agisca nei confronti della Struttura sanitaria per il risarcimento dei danni patiti in conseguenza di essa dovrà avere cura di allegare l’inadempimento della Struttura, nonché di provare il nesso di causalità tra la condotta errata ed il danno subìto.
Sarà, infine, di fondamentale importanza, nella strategia difensiva del paziente, la corretta individuazione dei soggetti legittimati ad agire (ad esempio in presenza di danni riflessi in caso di macro-lesioni, ovvero in caso di decesso del paziente) sia la piena ed esaustiva specificazione delle poste risarcitorie richieste (a titolo di danno patrimoniale e non patrimoniale), della cui sussistenza, ovviamente, dovrà offrirsi adeguata prova, unitamente ai relativi criteri di quantificazione.